Il PalaPanini non era vestito a festa, un po’ l’avversario, non certo ricco di appeal, un po’ lo strano orario per un giorno feriale, non c’era il pienone delle grandi occasioni anche se un pubblico di più di 3000 persone è stata comunque una buona cornice. Modena non farà mai mancare il dovuto sostegno ai suoi idoli gialli!

img-20161028-wa0015

La partita, nonostante il punteggio secco, è stata molto altalenante, alternando momenti di grandi giocate ad altri di grandi amnesie.

Il primo set si è giocato con un sostanziale equilibrio: si sono viste azioni prolungate di bella pallavolo ma, caratteristica un po’ di tutta la partita, c’era un problema di posizionamento in difesa tra zona 3 e zona 5. Vibo rimane comunque agganciata al set, sfruttando qualche muro e battute out. Da sottolineare, comunque, le grandi prove di Holt sottorete, di Ngapeth dalla seconda linea e di Vettori in battuta. Facciamo comunque nostro il set (25-22)

Nel secondo set, dopo un iniziale equilibrio, Modena spinge di più e, con Vettori in battuta e Piano in stato di grazia sotto rete (risulterà poi MVP), si porta a +5 a metà set (15-10). Qui ricade sempre un po’ di rilassatezza e, con la solita amnesia difensiva a zona 5, Vibo si rifà sotto, ma con un buon finale la teniamo a distanza e chiudiamo il set (25-21): è 2-0.

Il terzo set è stato, se vogliamo, quello più spettacolare dove sono stati presenti più momenti di fuga (iniziale 3-0), ma Vibo sapeva rispondere bene, anche se la squadra calabrese cominciava a sentire la stanchezza di un confronto con una squadra di ben altro spessore tecnico e, dopo un sostanziale tira e molla durato fino al 15-15, Modena accende il turbo e imprime un’accelerazione che Vibo non è in grado di contenere e dilaga: si arriva fino al 24-16 ma, siccome ci piace soffrire un po’, ci facciamo annullare due match-points e chiudiamo il set 25-18: è 3-0 finale.

Nonostante l’assenza di Le Roux, leggermente infortunato e tenuto a riposo, la squadra porta a casa una vittoria tecnica contro un avversario che non è un nostro metro di misura e che ha comunque fatto il suo dovere. Modena ha vissuto praticamente una serata di allenamento: vogliamo ben sperare che a Perugia, avversario al nostro livello, la partita sia di tutt’altro genere e che si giochi come davvero sappiamo, se vogliamo uscire da questa insidiosa trasferta con qualche punto in cascina.

img-20161028-wa0010 img-20161028-wa0025 img-20161028-wa0013

FINO ALLA FINE : AVANTI GIALLI! I CARROZZE SEMPRE CON VOI!