Ciao a tutti.

L’Associazione Carrozze Sottorete DAG & PVK Onlus vuole essere vicina ad una popolazione stremata e sfiduciata, dopo quanto successo, vinta da forze superiori a tutta l’umanità.

Il nostro pianeta è senz’altro il più bello di tutto il Sistema Solare, l’unico che ospita la vita, ma anche uno dei più inqueti e in continuo movimento al suo interno, e noi essere viventi che siamo ospitati sulla sua superficie dobbiamo convivere, purtroppo, con la sua struttura movimentata e saperci adeguare, sia caratterialmente e, soprattutto, strutturalmente.

In queste ore siamo in continuo contatto con autorità e Società per capire, nel nostro piccolo, se possiamo o meno partecipare alla trasferta che la nostra Squadra si appresta ad affrontare a Perugia, città sita ad un tiro di schioppo dalle zone più brutalmente colpite da un sisma, la cui potenza non si riscontrava dal 1980.

Vogliamo essere davvero vicini a quanti, in questi tragici momenti, hanno perso tutto; noi emiliani non possiamo certo dimenticare di aver vissuto un dramma simile appena 4 anni e mezzo fa e non possiamo dimenticare tutta la solidarietà e l’aiuto che abbiamo ricevuto da tutta l’Italia e in particolar modo da popolazioni, come quella dell’Italia Centrale, che vivono in zone perennamente monitorate ad alto rischio sismico.
Pensiamo a quanti hanno visto le loro vite cambiare in due secondi, a quanti non ci sono più, a quanti si sentono un futuro pieno di incertezze e hanno la consapevolezza di dover ricominciare tutto daccapo: ci si lamenta tutti i giorni per piccole cose e non ci si rende conto di quanto siamo fortunati se certe cose non capitano… vogliamo essere solidali perchè siamo consapevoli che ciò che succede ad altri è anche affare nostro, ciò che è successo può capitare a chiunque e non voltiamo la testa dall’altra parte: cari toscani, laziali, marchigiani, umbri e abruzzesi tenete duro e andate avanti, sarete aiutati: non dimentichiamo emiliani, friulani, veneti, campani, molisani, lucani, calabresi e siciliani, popoli che vivono sulla “terra che scotta” e che sanno benissimo cosa state passando.

AVANTI SIGNORI: ANCHE I CARROZZE CON VOI!

In bocca al lupo.