Terzo capitolo di questa “saga” tra Modena e Civitanova, che conferma, al di là dei singoli risultati nei matches, la validità degli scontri tra questi due autentici colossi del volley nazionale. In un PalaPanini comunque onorato dai modenesi, è andata in scena un’altra partita che, indipendentemente dal risultato, è stata emozionante.

Purtroppo per Modena, in questa partita abbiamo trovato un avversario arrabbiato, per la precedente partita persa nei play-off campionato, che non si è risparmiato ed è riuscito a mettere in campo energia e determinazione sufficienti a non fare entrare in partita i Campioni nazionali.

Il primo set è stato sostanzialmente equilibrato, pur essendo Civitanova a condurre il punteggio. Non ci sono state fughe roboanti e addirittura raggiungiamo il pareggio sul 17-17 ma Civitanova ha più rabbia in corpo e chiude il set al minimo: 23-25, è 0-1.

Secondo parziale completamente da dimenticare sulla sponda geminiana: purtroppo è già successo quest’anno di vedere prestazioni così avvilenti come in questo set. I gialloblu non entrano praticamente in campo, accusano la sconfitta del primo set per soli due punti e la prestazione ne risente. Mai in vantaggio, mai avanti, si  subisce l’iniziativa avversaria e si sbagliano troppi fondamentali. I marchigiani sono una schiacciasassi e non perdonano nulla. Il set si chiude mestamente a 18-25. E’ 0-2 e finora la sconfitta ce la stiamo meritando su tutta la linea.

Il terzo set sembra quello del risveglio: la squadra si ritrova, gioca meglio e conduce il punteggio a tratti, giocando alla pari con gli scatenati giocatori di Civitanoa e regalando un minimo di spettacolo dopo il deprimente ed anonimo secondo set. Qui si prova a riaprire la partita con continui sorpassi e alla fine Civitanova  la spunta solo ai vantaggi: il sodalizio marchigiano vince per la determinazione a voler fare sua l’intera posta senza allungare ulteriormente la partita e ha la personalità di chiudere. Il set si chiude 27-29, 0-3!

Sconfitta secca da parte dei modenesi sul campo amico, una sconfitta che ci mette con le spalle al muro in vista della gara di ritorno; ricordiamoci che questi sono i play-off 6 di Champions League (altrimenti quarti di finale) e non ci sono altri appelli: o al ritorno riusciamo a vincere 4 sets, concedendone al massimo 1, o siamo fuori. Civitanova ci ha dimostrato che non bisogna mai cullarsi sugli allori, che ogni partita fa storia a sè e ha altresì dimostrato che ci tiene ad ogni fronte in cui lotta con cattiveria agonoistica e tanta determinazione. Che ci serva di lezione! Da segnalare, nonostante la pesante sconfitta, la buona prova di Vettori, unico dei gialli ad essere andato a segno in doppia cifra (15 punti).

E comunque… FINO ALLA FINE AVANTI GIALLI ED I CARROZZE SEMPRE CON VOI!