In questo turno infrasettimanale della Superlega Unipolsai l’Azimut Modena fa tappa al PalaBanca di Piacenza.
Purtoppo anche per questa partita nelle file di Modena Sabbi non è ancora disponibile mentre è tornato in panchina Holt che però non potrà essere titolare per mantenere in campo il numero di stranieri consentito da regolamento.
L’Azimut si schiera quindi con Bruno alzatore, Tine Urnaut opposto, Earvin Ngapeth e Marteen Van Garderen schiacciatori, i centrali, entrambi italiani, Elia Bossi e Daniele Mazzone, libero Salvatore Rossini.
Piacenza si schiera con la diagonale Baranovicz Fei, i martelli Simone Parodi e Leo Marshall, i centrali Aimone Alletti e Victor Yosifov e come libero e il figlio d’arte Ludovico Giuliani.

Il primo set parte con Piacenza avanti ma grazie a tre muri consecutivi di Mazzone Modena inpatta sul 20 pari. Il set prosegue punto a punto con Ngapeth da una parte e Fei dall’altra a dettar legge ma Piacenza ha la meglio in un concitato finale e riesce a porta a casa il set 29-27.

Il gioco dell’Azimut in questo secondo set si mostra sicuramente piu fluido, con Bruno più incisivo in battuta, con una ricezione piu perfetta e quindi anche un gioco più veloce e poco interpretabile per gli avversari. L’Azimut gioca più palloni al centro e ne beneficia riuscendo ad accaparrarsi il set con un buon vantaggio per 17-25. La situazione è ora in perfetta parità.

Nel terzo set il gioco dell’Azimut ritorna spumeggiante ma Piacenza è sempre molto vicina: Fei “picchia come un fabbro” dalla seconda linea, Baranovicz si affida molto a lui e a Yosifov. Nella compagine modenese Mazzone controlla bene gli attacchi piacentini con Urnaut e Ngapeth che in attacco e battuta fanno il resto. Modena si aggiudica il terzo set per 23-25.

In questo quarto parziale tutti i talloni d’Achille dell’Azimut riemergono: la ricezione a tratti difficoltosa, la scarsa efficacia sui palloni di contrattacco, l’assenza di Sabbi e il poco tempo avuto a disposizione per provare il nuovo sistema di gioco danno la possibilità a Piacenza di tornare in parità e riaprire la partita.

Inizia quindi il tie breack con Piacenza che parte piu convinta soprattutto grazie alle “cecchinate” di Baranovicz. Modena prova a stare in partita ma è Piacenza, anche grazie alle battute di Yosifov e Clevenot a chiudere la contesa a proprio favore.

Piacenza si aggiudica il match ma Modena riesce a portare comunque a casa un punto.

Anche per questa infrasettimanale fuori casa una delegazione delle “Carrozze Sottorete” era presente a bordo campo a sostenere i propri beniamini.
FINO ALLA FINE AVANTI GIALLI!!!