In un Pala De Andrè caldo per l’obiettivo playoff della Bunge, L’Azimut Modena, orchestrata magicamente da Bruno, seguita dalla ritrovata vena realizzativa di Earvin Ngapeth e dalla solidità di Holt e Urnaut, si aggiudica l’incontro in tre set blindando in questo modo il terzo posto in classifica nella griglia playoff. E’ così garantito il quarto di finale con la sesta classificata che però è ancora da scoprire.

La Bunge si schiera con l’ex modenese Santi Orduna in regia, l’opposto austriaco Buchegger, i martelli Marèchal e Plogajen, centrali Diamantini e Vitelli e come libero Goi.

L’Azimut risponde con Bruno in regia, Argenta opposto, Earvin Ngapeth e Tine Urnaut martelli, al centro Maxwell Holt e Daniele Mazzone, Rossini libero.

Il primo parziale è caratterizzato dalla solidità a muro di tutta la squadra modenese e dalla prestazione dai nove metri di Earvin Ngapeth.

Grazie all’ace di Mazzone l’Azimut si porta sul 13-18, ma, una Ravenna combattiva, non si arrende e prova la rimonta. Modena chiude la prima frazione di gioco al secondo set point aggiudicandosi il parziale 19 a 25.

Il secondo parziale si mostra più combattivo e Buchegger, opposto della Bunge, sale in cattedra con tocchi sopraffini fino al 11-15.

Sul 19-23 la flot di Diamantini fa soffrire Modena, l’Azimut si incastra in questa rotazione e la Bunge riesce addirittura ad andare in vantaggio, siamo 24-23. Ngapeth sigla nuovamente il vantaggio e Modena, dopo una azione lunga e combattuta con un punto di Urnaut che pizzica la riga in bagher, si aggiudica il set con un parziale di 27 a 29.

Nel terzo set Modena mette la freccia, con Ngapeth che piazza un ace sul 12 a 15. Dopo un servizio vincente di Mazzone, l’arbitro estrae un cartellino rosso a discapito di Ravenna e si arriva al 16-22 per Modena che chiude poi agevolmente il set 19 a 25.

Nonostante la bella vittoria arriva però una notizia negativa: durante il penultimo pallone, con un salto a muro, Daniele Mazzone si storce la caviglia e si trova costretto ad uscire dal campo.

Le Carrozze sfidando le condizioni avverse del tempo e il freddo e nonostante la partita infrasettimanalmente alle 20.30 sono comunque state presenti a bordo campo per sostenere i propri beniamini.

Domenica ci aspetta un’altra sfida infuocata contro la prima in classifica, Perugia, e le Carrozze Sottorete saranno come sempre al PalaPanini al gran completo per sostenere a gran voce i propri giocatori e la squadra.