L’Azimut Leo Shoes Modena riduce in cenere il PalaYamamay

Al PalaYamamay di Varese, gremito in ogni ordine di posto va di scena l’incontro di gara 2 dei Playoff tra la Revire Powervolley Milano e l’Azimut Leo Shoes Modena. Si ricorda che la Powervolley deve battere il Modena per poter allungare la serie a gara 3. I padroni di casa si schierano con Sbertoli al palleggio, Abdel-Aziz opposto, al centro Kozamernik e l’ex Bossi, alle ali Clevenot e Maar, Pesaresi libero. Gli ospiti si schierano con Christenson al palleggio, Holt e Mazzone al centro, Zaytzev in posto 2, Urnaut e Bednorz in posto 4, Rossini libero.

Nel primo set la maggiore continuità al servizio e in attacco di Milano mette sotto scacco la ricezione Modenese. Velasco inserisce Kevin Tillie al posto di un opaco Bednorz ma il cambio non ottiene i risultati sperati. Si viaggia verso uno sbrigativo 25-17, 1-0 per Milano.

Milano tenta di non cambiare la musica della contesa anche nel secondo set ma Modena reagisce e a ruoli invertiti si nota una maggiore consapevolezza della forza dell’Azimut. Sotto il segno di Urnaut e Zaytzev, attraverso la costanza dei terminali offensivi Sloveno e Italiano l’Azimut riesce a pareggiare i conti 25-20, 1-1.

Anche nel terzo segmento di gioco Modena riesce a controbattere abbastanza agevolmente gli attacchi di Milano, attraverso quelli di Urnaut e gli ace di Zaytzev, quindi la maggior determinazione e l’abitudine di giocare partite di questi livelli dell’Azimut porta i geminiani a prendersi il terzo set con un mani-out di Urnaut,  per un punteggio di 21-25.

Anche nel quarto set la compagine meneghina lotta punto a punto sino al 9 pari, fino a quando il martello Polacco Bednorz e lo Zar non provocano un primo solco per il 9-12. A questo punto la Revivre molla la presa e quindi Christenson approfittando di questo gestisce al meglio i suoi attaccanti; Modena si porta in semifinale vincento il quarto set   20-25,1-3, concludendo la partita in quasi due ore di gioco (114 minuti), portando a casa l’obiettivo minimo stagionale. Nota di merito per Mazzone per la concretezza nel gioco mostrata. Mvp della partita Zaytzev con 19 punti.

Questo risultato porta dunque Modena in semifinale e l’Azimut se la vedrà contro la vincente dello scontro tra i brianzoli di Monza e i block devils di Perugia che avranno la decisiva contesa in gara 3 al PalaBarton di Perugia. Gara 1 comunque vada, sarà il 16 Aprile.

Dall’altra parte del tabellone, la Lube, che ha battuto la Calzedonia Verona in due partite, aspetta la vincente della contesa del quarto di finale tra Padova e Trento in virtù del punto del pareggio effettuato dai patavini che hanno vinto per 3-0 gara 2 (sfruttando forse l’assenza di Uros Kovacevic). Anche qui ci sarà la decisiva gara 3 al Palatrento il 13 Aprile.

Le Carrozze in versione ridotta erano comunque presenti a bordocampo a fare il proprio tifo, orgogliosi del fatto che sono state nominate dai telecronisti, ribadendo ancora di essere l’unico club in Italia per disabili che segue le vicende professionistiche della Superlega. L’appuntamento è fissato alla gara 1 del 16 Aprile.

Luca Scognamillo

Lascia un commento