3-1 Perugia, ma noi non ci fermiamo!

In un Palabarton gremito va di scena la gara 1 della semifinale playoff tra la prima della classe Sir Safety Conad Perugia e i nostri beniamini arrivati quarti nella regular season dell’Azimut Leo Shoes Modena. Vista l’assenza per motivi disciplinari di Atanasyievic Perugia si schiera con: De Cecco al palleggio, Berger in posto 2, in posto 3 Ricci e Podrascanin (per il primo è stata pagata la giornata di squalifica dalla Sir Safety), Leon e Lanza schiacciatori di posto 4, Colaci libero. Gli ospiti rispondono con Christenson al palleggio, Zaytzev in posto 2, Holt e Mazzone al centro, Urnaut e Bednorz in posto 4, Rossini libero.

Nel primo set l’Azimut Modena subisce gli attacchi dai 9 metri della Sir e non riesce nel tentativo di contrastare l’onda d’urto di Perugia, soprattutto in battuta. I padroni di casa incamerano il primo set a proprio favore con il punteggio di 25-15, 1-0.

Nel secondo set Modena con grande forza di volontà riesce a controbattere gli sforzi della Sir grazie all’esponenziale crescita di Bednorz in attacco e alle battute concrete di Mazzone che, con la sua flottante , mette in seria difficoltà la ricezione di perugina. Purtroppo, sul 24 pari, un errore al servizio dello Zar e il successivo attacco-out di Bednorz certificano il 2-0 dei padroni di casa, 26-24, 2-0.

La crescita di Modena è certificata anche nel terzo set, grazie alla regolarità in attacco di Urnaut e Bednorz, seguiti a ruota dallo Zar. Il conseguente calo in ricezione di Perugia tramuta in chance il rientro di Modena nella contesa, tramite il 21-25 conclusivo del terzo set.

In apertura di quarto set Max Holt “mette la museruola” a Leon stampandolo tre volte. Nel punto a punto il centrale a stelle e strisce sale in cattedra. In questo set da parte di tutte e due le squadre non si riesce a trovare ritmo dai 9 metri, come testimoniano i numerosi errori al servizio. Il primo set di vantaggio della Sir (affermazione di Velasco in un intervista prima della partita), è sancito da un attacco sull’asta di Tine Urnaut che mette fine alla partita. Mvp dell’incontro Podrascanin. Il miglior giocatore di Modena invece è Christenson.

Perugia vince gara 1, si ritorna alla pallavolo giocata dopo 3 giorni di polemiche per i fatti di Monza. Settimana inoltre addolcita per Modena dall’ufficializzazione del ritorno di Matt Anderson dopo 7 anni di militanza nel Kazan, egli andrà ad arricchire la colonia americana con Christenson e Holt, fatto che farà seguire ai tifosi modenesi con particolare interesse le gesta della nazionale a stelle e strisce nei vari tornei internazionali estivi. Gara 2 sarà disputata a Modena Venerdì 19 Aprile al Palapanini alle 20:30. L’Azimut avrà subito l’occasione di rifarsi e trovare il “set del pareggio”.  Dall’altra parte del tabellone, importantissima, a mio modesto parere, è l’affermazione in gara 1 di Civitanova a Trento, partita vinta dagli ospiti al quinto set 19-21. La Lube dunque si porta in vantaggio 1-0. Gara 2 si terrà anch’essa Venerdì 19 all’impianto della Lube Eurosole Forum di Civitanova.

I Carrozziani vi aspettano più carichi che mai per gara 2.

Luca Scognamillo

Lascia un commento