SI ALZA IL SIPARIO SULLA SUPERLEGA

Dopo 6 mesi di astinenza dal campionato, finalmente domenica è ripartito! Il Palapanini riaccende le luci, ripartono le emozioni e si comincia dal match con Padova. Noi di Carrozze Sottorete eravamo di nuovo pronti al nostro posto per sostenere la squadra del cuore, con un po’ di tristezza per chi se ne è andato e un grande entusiasmo per chi è arrivato, perché quel che conta è stato, è e resterà la maglia. Cambio di allenatore per la stagione 2019/2020, e dopo aver salutato il mitico Velasco, che ci ha fatto sognare lo scorso anno, a distanza di 11 anni è tornato Andrea Giani, per Modena un’istituzione. Un acquisto importante messo a segno dalla società è senza dubbio Matt Anderson, un martello di assoluto valore. Noi di Carrozze come gli altri anni eravamo presenti al nostro stand e al fischio iniziale pronti a tifare la nostra squadra e a salutare il mitico Antoine che, dopo 29 bellissimi anni nei quali ha sempre dato una spinta speciale alla squadra, non è piu’ lo speaker ufficiale del PalaPanini. Benvenuto Andrea Zangani, ti auguriamo lo stesso successo del tuo predecessore! Alla presentazione dei sestetti, Modena scende in campo con Christenson al palleggio, opposto Zaytsev, martelli Anderson e Bednorz, centrali Holt e Mazzone e libero Rossini, sotto gli applausi del pubblico e l’emozionante coreografia della curva. In panchina manca Luca Cantagalli, operato di recente, ma che dalla tribuna ha seguito la propria squadra. Il primo set Modena parte agevolmente, facendo un solco importante e mantenuto quasi sino alla fine del medesimo e nonostante un leggero recupero di Padova, il parziale si chiude a 25/21. Il secondo set vede Padova avanti 5 a 2, poi Modena ingrana la marcia e inizia a mettere a segno degli importanto breakpoint, chiudendo 25/19. Nel  terzo set Modena parte fortissima, raggiungendo un vantaggio di 8/9 punti e qui Giani dà spazio a Pinali, Kaliberda e Bossi, che chiudono il set 25/15, concludendo il match con un tondo 3 a 0. Obiettivamente bisogna dire che entrambe le squadre, avendo completato i propri rispettivi sestetti soltanto venerdi per impegni con la propria nazionale, non avevano un gioco ancora fluido e scorrevole come probabilmente sarà nel prossimo futuro. Giani ha dato fiducia al palleggiatore, che ha saputo far girare tutta la squadra con un modulo di gioco che ha coinvolto tantissimo Zaytsev in ricezione, fondamentale nel quale ha dimostrato grandi cose. Anderson, nonostante a Modena da soli 2 giorni e con il ruolo cambiato da posto 2 a posto 4, ha confermato di essere il grande campione che è. Complessivamente è stata una buona gara di esordio, con ben 16 punti di Zaytsev, che ha giocato una partita magistrale in battuta, attacco e ricezione e premiato come MVP della partita, 8 punti di Anderson e 11 di Bednorz. In generale sono stati buone le percentuali di cambio palla e di breakpoint.  Al palazzetto erano presenti oltre 4800 persone e questo dimostra l’immenso affetto dei tifosi di questa eccezionale squadra. Un bel regalo a Catia Pedrini che festeggia nel migliore dei modi il suo compleanno. Noi di carrozze, saremo presenti sia a Piacenza che in Supercoppa a Civitanova. Al palazzo ci ritroveremo tutti insieme il 7 Novembre. Max per Carrozze.

Lascia un commento