Carrozze presenti al PalaPanini per la quarta giornata di campionato superlega, per l’ incontro tra Leo Shoes Modena e Power Volley Milano. La Leo Shoes parte con la diagonale Christenson-Vettori, in banda Petric e Karlitzek, al centro Stankovic-Mazzone, libero Jenia Grebennikov. L’Allianz-Milano risponde con Sbertoli-Patry in diagonale, al centro ci sono Piano e Kozamernik, in banda Maar-Ishikawa, libero Pesaresi. IL primo set e’ molto combattuto, Milano tenta la fuga sul 5-8 con Patry, ma Modena risponde prontamente e recupera sino al pari, che si concretizza sul 16-16, Milano insiste con Patry che trova un ace sul 18-20, Modena pero’ accorcia la distanza sino ad un nuovo pari 24-24, Ishikawa da posto 2 per il 24-25, poi Kozamernik chiude per il 24-26. Nel secondo set Modena subisce il gioco di Milano, forse il set piu’ ostico per Modena, Kozamernik per il muro di Milano 3-9. Ace di Patry e l’Allianz Powervolley s’ invola sul 6-14, diagonale di Ishikawa 16-23 e, sempre Ishikawa, chiude il set 19-25. Due a zero per Milano, Modena in evidente difficolta’. Nel terzo set Modena inizia ad entrare in partita ma Milano non molla sino al 6-9, pronta risposta di Modena, ace di Mazzone 9-10, sino al pari di Elian Mazorra 10-10. Errore di Ishikawa e Modena si porta sul 22-17, per chiudere il set 25-20, errore di Basic sul servizio. Nel quarto set Modena spinge davvero forte sin dall’ inizio con il chiaro intento di pareggiare i set e portarsi ad eventuale tie-break, si arriva al +4 su ace di Christenson 10-6, poi Modena in evidente calo e Milano trova il pareggio, muro di Ishikawa 14-14. Mazorra porta Modena sul +2, 20-18, ma Milano trova di nuovo il pari con Ishikawa 22-22. Ace di Karlitzek ed è 24-22, Modena perde di nuovo il vantaggio 24-25, muro di Kozamernik, set chiuso a favore di Milano 24-26. Modena-Milano 1-3. La differenza l’ha forse fatta l’ attacco di Milano, i numeri parlano abbastanza chiaro: Patry 23, Ishikawa 22. Per Modena, Mazorra 15, Petric 21. Nemanja Petric: “Partita difficile da commentare, volevamo iniziare con un approccio diverso, potevamo portare a casa il primo set. Ci manca lucidità nei finali, sapevamo che sarebbe stata una battaglia ma dovevamo essere più aggressivi, anche perché il gioco c’è e a tratti lo dimostriamo, è difficile accettare un’altra sconfitta casalinga”. Forza GialloBlu’. 💛💙

Carrozze Sottorete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.