La Leo Shoes Modena di Andrea Giani scende in campo a Roeselare per il terzo match della Pool D di Champions contro i padroni di casa. Christenson
e compagni arrivano alla sfida coi belgi dopo le vittorie con Kemerovo e
Varsavia.

Modena parte con la diagonale Christenson-Vettori, in banda ci sono Karlitzek e Lavia, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Jenia Grebennikov. I padroni di casa del Roeselare rispondono con in diagonale D’Hulst- Tuerlinckx, al centro ci sono Huhmann e Coolman, in banda Fragkos e Verhanneman, libero Deroey.

Parte fortissimo Modena che va sull’8-4 con Christenson che chiama subito in causa Moritz Karlitzek. Macina gioco e punti la Leo Shoes che scappa sul 13-7 grazie ad un sideout pressochè perfetto. Karlitzek e Lavia continuano a non sbagliare nulla, 19-15. Cambia ritmo Roeselare che arriva alla parità e poi mette la freccia, 19-20. Si arriva al 24-24, poi è Roeselare a prendersi il parziale 25-27. Il secondo set è punto a punto serrato, 10-9. Spacca il set Modena che arriva al 16-11 con un ottimo cambio di ritmo. Resta avanti la Leo Shoes che si porta sul 20-18 poi chiude il set 25-19. La Leo Shoes parte forte poi viene raggiunta nel terzo parziale, 13-13. Piazza il break Roeselare che va sul 17-21 e poi chiude 22-25. Nel quarto parziale Roeselare parte bene e arriva al 13-16, Modena continua a faticare. Cambia marcia la Leo Shoes che arriva al 18-18 grazie ad una reazione di testa e gambe. E’ Tommaso Rinaldi a mettere a terra il pallone del 21-20. Modena chiude il parziale con Elia Bossi, 25-22, si va al tie-break. Modena chiude il set 15-11e il match 3-2 e torna dal Belgio al primo posto della Pool D con tre vittorie su 3, ora tutto si deciderà nel ritorno che si giocherà in febbraio al PalaPanini.


Coach Giani: “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto complicata, la squadra però ha reagito alla grande. Mi fa molto piacere che ragazzi come Tommaso e Luis siano entrati con la cattiveria giusta. Cosa ci portiamo a casa da questa settimana? Prima di tutto tre vittorie su tre partite, la cosa più importante. Tutti i ragazzi stanno lavorando forte e abbiamo tanta fiducia, quella che ti viene da riuscire a fare in partita quello che provi in allenamento”

Tommaso Rinaldi: “Siamo arrivati qui belli carichi e consapevoli, ma dopo questa settimana siamo ancora più felici. È stato bellissimo sentire la fiducia del coach in una gara così complessa e dare il mio contributo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.